• Prodotti DOP e IGP dalla Sicilia

    Le migliori selezioni certificate

    Prodotti DOP e IGP dalla Sicilia

Pomodoro di Pachino IGP
Pomodoro di Pachino IGP
Il Pomodoro di Pachino è oramai da molti anni apprezzato dai consumatori italiani ed esteri per le sue specifiche caratteristiche qualitative, che lo rendono ben riconoscibile rispetto ad altri prodotti simili sul mercato. Il sapore e la sapidità della polpa, nonché la sua consistenza, sono sicuramente la qualità principale che ne ha decretato il successo. Ma anche altri aspetti, secondari ma non meno decisivi, quali il colore intenso, la croccantezza e la lucentezza della buccia non sono da sottovalutare. Per gli addetti ai lavori, la sua lunga durata post raccolta lo rende particolarmente prezioso, dato che riesce a resistere ai lunghi percorsi giungendo anche dopo molti giorni dalla raccolta sui mercati europei con tutte le sue qualità inalterate. Da qualche anno poi, alcune ricerche scientifiche hanno fornito un ulteriore “valore aggiunto” a questo ortaggio, ovvero una accertato contenuto di antiossidanti e di vitamine, in misura nettamente superiore ad altri pomodori analoghi, che hanno catalizzato l’attenzione degli alimentaristi sul pomodoro di Pachino, consigliato da molti esperti come alimento di particolare valore salutistico e nutritivo.

Il legame stretto tra le caratteristiche di questo pomodoro e le peculiarità del territorio di provenienza hanno permesso di istituire il riconoscimento del marchio di qualità IGP (Indicazione Geografica Protetta), ed oggi l’autentico pomodoro di Pachino è tutelato da un apposito marchio distintivo che un Consorzio di tutela si adopera di applicare sulla base di un preciso disciplinare di produzione. Anche l’elevata quantità di antiossidanti va attribuita al territorio di produzione. Qui infatti l’esposizione prolungata delle piante ai raggi del sole sembra essere all’origine della sintesi del licopene, un antiossidante che recenti studi hanno stabilito avere importanti proprietà antitumorali.

Il Licopene è il principale responsabile del colore rosso del pomodoro maturo e di altri pigmenti gialli e rossi caratteristici di alcuni frutti e verdure. Nel pomodoro il Licopene si trova maggiormente nella parte più esterna del mesocarpo, dove in seguito alla maturazione del frutto va a sostituire la clorofilla. Inoltre la quantità di Licopene in tutti i derivati trattati del pomodoro risulta essere molto alta (100-150 mg per Kilo) superando i livelli relativi alla quantità nei pomodori rossi freschi. Dunque nella preparazione culinaria o industriale la struttura del Licopene è apparsa molto stabile anche rispetto a quella della vitamina C.
Diversi studi e ricerche hanno evidenziato l’importanza nella dieta, del consumo di frutta e ortaggi al fine di preservare la salute umana e il benessere fisico, prevenendo l’insorgenza di malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali. Negli ultimi anni una grande attenzione e’ stata rivolta al pomodoro e ai suoi derivati in quanto fonti principali di Licopene. Alcuni autori hanno riportato che un consumo abbondante di pomodoro e suoi derivati e’ inversamente correlato con il rischio di insorgenza di tumori dell’apparato digerente e della prostata. Inoltre sono stati svolti altri approfondimenti riguardo agli effetti benefici del Licopene sia nell’ambito delle malattie infettive, sia nei disturbi dermatologici.
Il disciplinare del Pomodoro di Pachino IGP classifica e tutela ben quattro varietà di pomodoro, tutte con peculiarità diverse e destinate a diversi segmenti di mercato. Sono tipologie accomunate da un elevato grado brix, da una straordinaria resistenza post raccolta e da un colore brillante e attraente:
Ciliegino. Caratteristico per l’aspetto “a ciliegia” su un grappolo a spina di pesce con frutti tondi, piccoli, dal colore eccellente e il grado brix elevato.
Costoluto. Frutto di grandi dimensioni, esteticamente molto attraente, dalle coste marcate, di colore verde molto scuro e brillante. È la varietà più antica. È prodotto tutto l’anno, e per questo ha conquistato il favore del consumo nazionale sostituendo nel periodo invernale il tondo insalataro. Il pomodoro costoluto evidenzia le migliori caratteristiche se coltivato in terreni la cui salinità è molto alta.
Tondo liscio. Piccolo e rotondo, di colore verde scuro, inconfondibile per il gusto molto marcato.
Grappolo. A grappolo o snocciolato, può essere verde o rosso. Tondo, liscio, dal colore brillante e attraente, con il colletto verde molto scuro. Il suo peso varia in base alla salinità del terreno di coltivazione.

Cenni storici:
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare il cosiddetto “pomodoro di Pachino”, in particolare le varianti note come “ciliegino” e quella “a grappolo”, non è nato nella zona di Pachino: qui le coltivazioni di pomodori risalgono al 1925, ma si trattava di pomodori dalle dimensioni normali.
Fu solo nel 1989 che un’azienda israeliana produttrice di sementi, la Hazera Genetics, produsse in Sicilia, tramite una sua società controllata, le due varietà dette Noemi e Rita, quest’ultima “a grappolo”.
La prima accoglienza della nuova variante fu di diffidenza, ma poco a poco essa si affermò ed ebbe un grosso successo. Poiché il territorio agricolo di Pachino e dintorni è particolarmente adatto alla coltivazione di questa variante, essa ha assunto il nome commerciale di “pomodoro di Pachino”. Da tenere presente che il primo seme denominato Noemi non è da tempo più in produzione, soppiantato da altre varianti che nel frattempo sono state da esso derivate.

È importante osservare che le varianti Noemi e Rita e le successive varianti migliorative, oggi coltivate a Pachino e dintorni, sono state ottenute con la cosiddetta tecnica selettiva MAS (MAS è l’acronimo di Marker Assisted Selection, cioè selezione assistita da un marcatore). La registrazione IGP del “pomodoro di Pachino” non entra naturalmente nel merito, ma si limita a garantire il consumatore che con tale nome è possibile commercializzare solo quel tipo di pomodori, che vengono coltivati nella zona indicata.

Recent Projects

View Portfolio
Miele italiano
Miele di Acacia
Marmellate e Confetture
Marmellata di limoni
Miele italiano
Miele di Arancio
Miele italiano
Miele di Eucalipto
Miele italiano

Sicilian Factory è un progetto che nasce da una tesi universitaria e dall’amore per la territorialità siciliana, per il cibo sano e la cultura mediterranea. Vogliamo focalizzare l'attenzione sulle produzioni territoriali e tradizionali raccontando il calore del Sole e il colore della Terra. Valorizziamo i principi della biodiversità, le tradizioni tra sacro e profano, la cultura ed in generale l’identità profonda della Sicilia. Vogliamo trasmettere la passione che il Made in Sicily racchiude e che lo rende unico e inimitabile.

Sicilian Factory da progetto diventa Gourmet trasformandosi in azienda, unendo passione e professionalità, dando vita a prodotti di alto profilo che sulla genuinità costruiscono le proprie fondamenta.