pasta alla norma

Primo piatto tipico della cucina siciliana, la pasta alla norma deve il suo nome alla celebre opera del grande compositore Vincenzo Bellini. Era infatti in uso a Catania complimentarsi per qualcosa di magnifico con l’espressione “pari ‘na Norma”. Così, secondo la ricostruzione di Pino Correnti, esclamò anche nel 1920 il noto poeta e commediografo dell’epoca Nino Martoglio durante un pranzo, in casa di parenti dell’attore comico Angelo Musco, alla vista della pasta con sala salsa di pomodoro (con melanzane fritte e ricotta salata) preparata dalla signora Saridda D’Urso.

 

Ecco la ricetta:

 

Ingredienti (per 4-6 persone)

  • Mezzo Kg di rigatoni (o maccheroni)
  • 1 e ½ Kg di pomodori da salsa
  • 2 melanzane
  • 2 spicchi di aglio
  • Qualche foglia di basilico
  • 2 Hg di ricotta salata
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

 

Preparazione

Innanzitutto pelare e affettare le melanzane e poi per circa un’ora farle spurgare dal loro liquido amarognolo in un contenitore di acqua salata. Successivamente friggerle.

Poi passare ai pomodori che vanno sbucciati e, dopo averli scottati per qualche minuto in acqua calda, spezzettati per poi cuocerli a fuoco molto basso in un tegame di terracotta aggiungendo dell’aglio. Successivamente insaporirli con olio e foglie di basilico.

Lessare quindi la pasta al dente e, dopo averla scolata, unire la salsa di pomodoro e mescolare. Una volta impiattata aggiungere alla pasta le melanzane fritte insieme ad una spolverata di ricotta salata grattugiata insieme a qualche fogliolina di basilico.