Sant’Agata, tra culto e gastronomia

Vara_di_sant'Agata

Sant’Agata è uno dei simboli principali di Catania. La sua storia è intrecciata indissolubilmente con le tradizioni di questa città.

Agata apparteneva ad una famiglia nobile. Fin da ragazza consacrò la sua verginità a Cristo. Di lei si innamorò il console Quinziano, che la chiese in sposa, ordinandole di rinnegare la sua fede. Rifiutato, il console trasformò il suo amore in odio verso la fanciulla, infliggendole terribili crudeltà e tormenti. Dovette subire persino il taglio delle mammelle.

Continue reading

La Cassata, torta “regina” della cucina siciliana

cassata-siciliana

La cassata siciliana apparentemente è un semplice dolce. In realtà dietro questa delizia c’è tutta la storia della cultura culinaria siciliana. Fu ideata dagli Arabi che lavoravano la ricotta di pecora, prodotta in Sicilia fin dalla preistoria, con lo zucchero da loro introdotto nell’Isola. I Normanni aggiunsero la pasta reale mentre gli Spagnoli introdussero il cioccolato, il pan di Spagna ed i canditi. I pasticcieri siciliani modellarono e modificarono nel tempo la ricetta rendendo la cassata la torta “regina” della cucina siciliana. Questo dolce è consumato tutto l’anno in particolare nel periodo di Pasqua. Secondo un antico proverbio “Tintu è cu nun mancia a cassata a matina ri Pasqua” (“Cattivo chi non mangia cassata la mattina di Pasqua”). Continue reading